Strudel bislacco dell'amicizia



Oggi vi presento un dolce che nasce dalla tradizione trentina e che con il tempo è stato perfezionato rendendolo un dessert più alla portata di tutti. Ho voluto quindi inserirlo in questa raccolta dove, probabilmente sarà l'unico dolce in mezzo a tutte le ricette sparse al suo interno. Bene! quindi nella versione rivisitata della tradizione trentina ecco a voi questo meraviglioso Strudel.

         Ingredienti:

  • 4 mele rosse
  • 2 cucchiai di marmellata di mirtillo rosso
  • 50 gr uva passa
  • 50 gr di passito di lamponi
  • 50 gr di passito di more
  • 100 gr pinoli
  • 1/2 limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 15 biscotti allo zenzero
  • 1 pasta sfoglia rettangolare
  • 1 chiara d'uovo fresco



Sbuccia le mele a spicchi e versali in acqua con 1/2 limone spremuto. Dopo 5 minuti scola e falli a pezzi sottili, metti in una insalatiera e aggiungi lo zucchero, i pinoli, la frutta passa e sbriciola i biscotti al suo interno. Gira il composto aggiungendo la cannella, la marmellata e un cucchiaio di alcol di ciliegie sotto spirito. Lascia riposare per 30 minuti.







Intanto che il composto riposa giralo un paio di volte e preparati a stendere la pasta in una teglia lasciandogli la sua carta da forno. Accendi il forno a 180°.










Versa il composto sopra la Pasta sfoglia stesa e solleva i lati su entrambi i lati aiutandoti con la sua carta per cercare sovrapporli leggermente e sigillarli.








Fai come vedi nella foto affianco, sigilla e chiudi arrotolando i lati come se stessi chiudendo un pacco. Fai attenzione a non comprimere troppo con le mani sul fagotto di strudel perché rischi di assottigliare troppo la pasta e di forarla.







Sbatti la chiara d'uovo con un cucchiaino raso di zucchero, sbatti fino a montarlo facendolo schiumare e poi spalmalo più volte su tutto il fagotto di strudel aiutandoti con un pennello da cucina. 



Fatto questo metti in forno a 180° e lascia cuocere per 45 minuti fino a vederlo dorare. Il tempo e la doratura saranno dimostrazione della sua eccellente cottura.
Togli dal forno e lascialo raffredare. Servilo in piattini lunghi ed eleganti spolverando con del zucchero a velo aiutandoti con un colino che ti permetterà di spolverarlo in maniera uniforme.

Chi vede la ricetta può ringraziare dando il suo voto su google+ e aprendo i miei articoli cliccando qui sotto: sarà per me il Vostro ringraziamento. 
Buon appetito

Post più popolari