Cavoletti di Bruxelles della nonna



Nessuno si aspetterebbe un piatto succulento e prelibato, preparato con dei semplici cavoletti di Bruxelles aromatizzarti allo speck e altri sapori. Questa pietanza povera, da molti definita "della nonna", la si ottiene in brevissimo tempo e sarà in grado di dare alla vostra tavola, colori brillanti e allegria.



     Ingredienti:

  • 400 gr cavoletti di Bruxelles
  • 2 fette da un cm di speck
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai di evo
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 1/2 dado vegetale
  • 300 ml di acqua 
  • sale e pepe nero  
          




Togli le prime foglie intorno ai cavoletti di Bruxelles e spunta la parte vecchia della cima. Dagli una sciacquata, tagliali a metà e mettili da parte. Adesso taglia due belle fette da un cm, di speck pepato stagionato e fallo a listarelle sottili (vedi foto).






In una padella capiente metti due cucchiai di extra vergine di oliva e fai soffriggere lo speck insieme allo scalogno per circa 3 minuti a fiamma leggera (non farlo bruciare).
Intanto metti a bollire i 300 ml di acqua insieme al 1/2 dado vegetale.







Appena lo scalogno avrà preso un leggero colore trasparente (indice di ottima cottura), inserisci i cavoletti di Bruxelles che hai precedentemente tagliato. Fai soffriggere per 5 minuti girando spesso, dopo aver spolverato di pepe nero e un pizzico di sale fino.






Passati i 5 minuti circa, aggiungi il brodo di dado e i 2 cucchiai di vino bianco. Mescola per un minuto poi chiudi e fai cuocere per circa 10 minuti. Passato questo tempo, se il contenuto resta troppo acquoso, aumenta la fiamma finché asciugherà leggermente.

Appena cotto versa questo contorno (volendo può essere uno sfizioso secondo), in un bel contenitore ovale bianco, che servirà per evidenziare il colore dei cavoletti di Bruxelles nella loro tonalità brillante. Servito e accompagnato con della polenta grigliata, darà alla vostra tavola il tocco finale.

Chi vede la ricetta dia uno sguardo alla mia pagina Facebook
 'Tecnologia, Scienza, Medicina e Astronomia
Buon appetito
by emi

Post più popolari